Prima pagina arrow Cronaca arrow Ultime notizie arrow Spazzatura: Raccomandata intimidatoria
Spazzatura: Raccomandata intimidatoria PDF Print E-mail

In questi giorni la SEPA, attraverso alcuni Studi legali, ha inviato a un certo numero di utenti una raccomandata chiedendo il pagamento delle rate TIA 2003 e/o 2004 non pagate e pretendendo anche, assurdamente, la corresponsione di spese legali di circa 66 euro a utenza (come se la società non avesse avuto altri mezzi per reclamare le sue pretese spettanze). A questo proposito il gruppo consiliare di minoranza, nella persona di Dino Ambrosino ci ha mandato questa mail con una lettera tipo da mandare via raccomandata agli studi legali e alla Tributaria Italia spa:

Caro Peppino,
Ecco uno schema tipo ideale per chi non ha pagato nulla nel 2003 (nè acconto, nè saldo) e quindi ha lasciato non pagata qualche rata del 2004 che ora viene sollecitata.
E' inoltre utile per chi intende ora pagare qualche rata del 2004 indipendentemente da quanto versato nel 2003.
In questi casi bisogna solo modificare la risposta a seconda della propria specifica situazione:
1) In alto a destra, e al penultimo rigo, è indicato il nome e l'indirizzo dello studio legale che ha prodotto la lettera di sollecito: bisogna modificare il testo mettendo gli estremi dello studio legale che ha mandato la lettera al singolo cittadino.
2) La somma di denaro indicata al primo rigo deve essere modificata a seconda del caso.
3) La cifra di 66,20 euro di spese legali deve essere modificata con quella addebitata nella lettera ricevuta da ciascuno.

In alternativa, per chi ha pagato nel 2003 e vuole continuare la battaglia legale e politica scomputando il relativo importo dalle rate del 2004, e quindi oggi non vuole dare nulla alla SEPA, deve sostituire: <<allego copia di recevuta del versamento sul c.c.p. n° 43653971 disposta di Tributaria Italia S.p.A., chiarisco che il ritardato pagamento della somma richiesta è dovuta alla situazione a dir poco confusa (sic!), esistente nella gestione del servizio raccolta e smaltimenti dei RS.SS.UU. gestiti dalla SEPA s.r.l., che>>

con

<<contesto che nell'anno 2003 ho già pagato ingiustamente la somma che mi viene addebitata, quindi la ho scomputata nel 2004, in quanto la SEPA, com'è ben noto.....>>
 
Ti ricordo di segnare il nostro numero di telefono 0818967128 dove si può chiamare dalle 11:00 alle 13:00 dal lun al ven per dare informazioni e istruzioni per l'uso.
Grazie, Dino.

ECCO LA LETTERA:

Studio Legale_________
Via __________________
80100    NAPOLI

e, p.c.  spett. Tributaria  Italia S.p.A.
Is.C2 Sc. D int.21
Centro Direnzionale
80143      NAPOLI



In riscontro alla richiesta di pagamento della somma di euro ___ per TIA 2004, servizio SEPA, disposta da Tributaria Italia S.p.A., allego copia di recevuta del versamento sul c.c.p. n° 43653971 , chiarisco che il ritardato pagamento della somma richiesta è dovuta alla situazione a dir poco confusa (sic!), esistente nella gestione del servizio raccolta e smaltimenti dei RS.SS.UU. gestiti dalla SEPA s.r.l., che com'è ben noto, è stata soccombente nel giudizio promosso da un gruppo di cittadini utenti presso il TAR Campania in relazione alla TIA 2003.
In ogni caso non posso accettare, perché del tutto infondata, la richiesta del pagamento della somma di euro 66,20 per spese legali.
Preciso, infatti, che non ho mai chiesto né intendo chiedere l'assistenza legale dello Studio Legale_______, né sono stato condannato al pagamento di tali spese legali della competente A.G., a seguito di apposito procedimento.
                                                                                                       distinti saluti

                                                                                                        nome e cognome

                                                                                                        indirizzo utenza
Procida , Data

 
© 2020 procidaniuse
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.