Prima pagina arrow Cronaca arrow Ambiente arrow lettera sul dopoconsiglio
lettera sul dopoconsiglio PDF Stampa E-mail
Abbiamo ricevuto questa email da un giovane procidano. Anche se ci sarebbero da fare molte precisazioni e distinguo, la riportiamo integralmente  perchè riteniamo che comunque contenga spunti di discussione interessanti.
Caro p.c.,
come giustamente mi hai fatto notare, tutto è andato a finire nel dimenticatoio. Tutto il fermento "positivo" era un fuoco di paglia, ormai tutti sono rassegnati all'annunciato aumento della tassa sulla munnezza, alle annunciate difficoltà che ci saranno. Inevitabile sarà scoprire che i cumuli di munnezza ritorneranno inesorabili a ricordarci che non siamo buoni cittadini.Ricercare colpe nell'amministrazione è solo un modo come un altro per scaricare le nostre coscienze, per convincerci che pagare la tassa ci dà il diritto di fregarcene di tutto. Credo scatti lo stesso meccanismo quando doniamo soldi per questo o quel disastro, in realtà fingiamo di indignarci e provare pietà, ma con una piccola offerta, un sms e la stessa offerta in chiesa, liberiamo la nostra coscienza che rimane falsamente pulita. Insomma ci compriamo un pezzetto di paradiso, dimenticando che per entrare nello stesso, bisogna meritarlo.
Spero che le persone che hanno partecipato al Consiglio Comunale non si lascino guidare fuori pista da inutili polemiche, in particolare sulla questione della Cassa Marittima. Dopo ore di chiacchiere inutili per tutti, siamo riusciti a produrre solo un ampliamento della “Commissione”,  ed ancora a tutt'oggi, la maggior parte delle persone parlano solo dell'attacco indiscriminato alla categoria dei Marittimi fatto dal ViceSindaco Muro. Signori non vi fate prendere dalle polemiche sterili, passiamoci la mano sulla coscienza, io personalmente ho sentito sparlare del Vicesindaco Muro in modi che vanno ben oltre il limite del ragionevole, come spesso accade in questa Isola. Quando sentite la storiella di paese (sempre denigratoria e a danno di qualcun'altro), che un amico premuroso vuole condividere con voi, e la ritenete interessante, non partecipate direttamente alla diffusione di questa "notiziuola", rendendovi cosi complici di diffamazione, ma almeno sospettate della fondatezza di tali affermazioni, pensando che un giorno potrebbe toccare a voi essere oggetto di simili "notiziuole".
Rimanendo sul tema “quello che si sente in giro”, volevo chiedere se è vero che il Comune di Procida ha stipulato Contratti derivati, altrimenti noti come SWAP, o assicurazioni sui tassi d'interesse. Qualcuno, per favore, può confermare o smentire questa chiacchiera?

Saluti
CoolTex
 
© 2021 procidaniuse
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.